UNI EN ISO 9606-1:2017 QUALIFICA SALDATURE - EKON

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
Albert Einstein
Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
Albert Einstein
Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
Albert Einstein
Vai ai contenuti
Saldatura
UNI EN ISO 9606-1:2017
Ing. Gabriele Costa
Premessa alla norma
La norma UNI EN ISO 9606-1:2017 ha la scopo di definire REGOLE TECNICHE PER LA QUALIFICAZIONE DEI SALDATORI PER LA SALDATURA PER FUSIONE DEGLI ACCIAI.  Il principio su cui si basa questa  norma è che una prova di qualificazione forma il saldatore non solo per le condizioni usate nella prova, ma anche per tutti i giunti che sono considerati più facili da saldare e che la qualificazione ottenuta sarà uniformemente accettata indipendentemente dal tipo dal prodotto , dal luogo e dall’esaminatore o organismo d’esame.
La tipologia di QUALIFICA di SALDATURA   è determinato combinando delle variabili essenziali.
La nuova edizione della norma EN ISO 9606-1:2017  si pone come obiettivo definire in maniera netta la relazione della suddetta norma con i requisiti richiesti da due norme di prodotto in particolare :
·        L’annesso ZA definisce la relazione tra questo standard europeo e i requisiti essenziali definiti dalla direttiva 2014/68/EU comunemente riconosciuta come PED la progettazione /produzione e messa a disposizione di attrezzature a pressione.
·        L’annesso ZA definisce la relazione tra questo standard europeo e i requisiti essenziali definiti dalla direttiva 2014/29/EU comunemente riconosciuta come SPVD che regola  la progettazione /produzione e messa a disposizione dei recipienti semplici a pressione fabbricati in serie.
Le variabili
Per ciascuna di queste variabili è definito il campo di validità della qualificazione.
Le variabili essenziali sono le seguenti:
1.       Procedimento di saldatura;
2.       Tipo di prodotto (lamiera e tubo);
3.       Tipo di giunto (testa a testa e d’angolo):
4.       Gruppo materiale d’apporto
5.       Tipo metallo d’apporto;
6.       Dimensioni (spessore per la lamiera  – diametro esterno e spessore  per il  tubo);
7.       Posizione di saldatura;
8.       Particolari di saldatura
Tutti i saggi di prova devono essere saldati usando le variabili essenziali in modo indipendente. Se il saldatore effettua saldature al di fuori del campo di validità della qualificazione, è necessaria una nuova prova di qualificazione.
Si riportano alcuni dettagli sulle variabili essenziali fondamentali.


CODICE
ISO 4063
TIPOLOGIA DI SALDATURA
114
SALDATURA CON FILO ELETTRODO ANIMATO
(AUTOPROTETTO – SENZA GAS PROTEZIONE .)
125
SALDATURA AD ARCO SOMMERSO CON FILO ELETTRODO ANIMATO (PARZIALMENTE MECCANIZZATA )
135
SALDATURA IN GAS ATTIVO CON FILO ELETTRODO FUSIBILE PIENO  (MAG)
136
SALDATURA IN GAS ATTIVO CON FILO ELETTRODO ANIMATO  RIEMPITO DI FLUSSO
138
SALDATURA MAG CON FILO ELETTRODO ANIMATO METALLICO
141
SALDATURA TIG CON MATERIALE D’APPORTO SOLIDO (FILO/BACCHETTA )
142
SALDATURA TIG AUTOGENA
143
SALDATURA TIG CON MATERIALE D’APPORTO TUBOLARE
145
SALDATURA TIG  CON GAS RIDUCENTE E CON MATERIALE D’APPORTO PIENO
15
SALDATURA AL PLASMA
311
SALDATURA OSSIACETILENICA
Tipo di prodotto (lamiera e tubo)
La prova di qualificazione deve essere eseguita su lamiera o su tubo. I criteri che si devono applicare sono i seguenti:
1.       le saldature su tubi di diametro esterno D> 25 mm coprono le saldature su lamiere .
2.       le saldature su lamiere coprono le saldature su tubo fisso  se sono soddisfatti alcuni requisiti:
·        di diametro est.D >=75 mm, solo per alcune posizioni di saldatura PA – PB – PC – PD
·        di diametro est.D >500 mm, per tutte le posizioni di saldatura.
Tipo di giunto
Le prove di qualificazione devono essere eseguite su saldature testa a testa o d’angolo applicando i criteri definiti al punto norma 5.4
GRUPPO
MATERIALE D APPORTO PER LA SALDATURA DI
FM1
Acciai non legati e grano fine
FM2
Acciai ad alta resistenza
FM3
Acciai resistenti allo scorrimento  Cr< 3,75%
FM4
Acciai resistenti allo scorrimento 3,75%  < Cr < 12%
FM5
Acciai inossidabili e resistenti al calore
FM6
Nichel o leghe di nichel
Abbreviazione
TIPO METALLO D'APPORTO
A
Rivestimento ACIDO
B
Rivestimento BASICO
C
Rivestimento CELLULOSICO
R
Rivestimento RUTILO
RA
Rivestimento RUTILO – ACIDO
RB
Rivestimento RUTILO – BASICO
RC
Rivestimento RUTILO – CELLULOSICO
RR
Rivestimento RUTILO di grosso spessore
M
Filo elettrodo animato metallico riempito di polvere metallica
P
Elettrodo animato : riempito di rutilo , scoria a raffreddamento rapido
S
Filo elettrodo Pieno – Bacchetta Piena
V
Elettrodo animato : riempito di rutilo o basico /con fluoruri
W
Elettrodo animato : basico /con fluoruri scoria a raffreddamento lento
Y
Elettrodo animato : basico /con fluoruri scoria a raffreddamento rapido
Z
Elettrodo animato : altri tipi di riempimento
I campi di validità  variano  in  base alla TIPOLOGIA DI GIUNTO E DI PRODOTTO
CAMPI VALIDITA SALDATURA TESTA A TESTA
s  < 3
da s a 3
o
da s a 2*s
Quale che sia maggiore
3 ≤ s <  12
da 3 a 2*s
s  ≥ 12
≥ 3
CAMPI VALIDITA DIAMETRO ESTERNO
D  ≤ 25
da D a 2*D
D  > 25
≥ 0.5*D
CAMPI VALIDITA SALDATURA D’ANGOLO
t  < 3
da t a 3
o
da t a 2*s
Quale che sia maggiore
t  ≥ 3
≥ 3
FOLLOW
Pec : ekon@pec.it
P. Iva: 03117310833

CONTACTS
Via Caio Domenico Gallo, 2
98121 Messina (ME)

+39 090 3710010
info@ekon.it
CONSULENZA, CERTIFICAZIONE, FORMAZIONE, SERVIZI.
ekon
s.r.l.
Torna ai contenuti